Guida intergalattica per Parallels 13 e Visual Studio 2017

Dopo l'atto di amore del post precedente verso il mio mac, in questo vi scriverò quali sono le impostazioni che utilizzo attualmente su Parallels per far girare correttamente Windows e in realtà Visual Studio 2017 al top delle perfomance.
Come ho detto prima, la mia macchina principale è quella OSx, quindi alcune delle impostazioni che vi dirò di mettere su Windows è perchè oggettivamente non mi servono, ma andiamo per gradi. :)

Impostazioni macchina virtuale di Parallels

Seguendo alcune delle indicazioni che Parallels fornisce sul proprio sito, ho impostato così la mia macchina virtuale con Windows 10.

  • 2 CPU Virtuali (la metà di quelle che avete sul Mac)
  • 4096MB di RAM (anche se loro dicono che si può mettere fino a metà della RAM del Mac)
  • 256MB di memoria grafica (anche in questo caso loro indicano 512MB, ma se non fate lavori di grafica, bastano e avanzano)
  • Disabilitata l'opzione di ottimizzazione del disco in tempo reale
  • Ho abilitato la condivisione dei volumi del Mac con Windows e disabilitato la condivisione delle cartelle utente
  • Nella sezione dello schermo non ho messo l'impostazione per display retina, ma quella ridimensionata.

Ovviamente utilizzo la modalità Full Screen e non quella Coherence perchè alcune applicazioni Windows non si vedono bene sul Mac e soprattutto non seguono lo stesso flusso di lavoro (es. le gesture del trackpad).
In questa modalità inoltre posso mettere in un secondo monitor la macchina con Windows e tenere il resto sullo schermo principale del Mac.

Impostazioni Windows

Una volta installato Windows 10 sulla macchina virtuale, ho disabilitato alcune impostazioni riguardanti effetti grafici, con ovviamente guadagno sulle perfomance.
Dal pannello di controllo dove andare su System and Security -> Advanced System Settings -> Advanced -> Performace e impostare l'option button.
Potete disabilitare tutto e lasciare solo "Smooth edges of screen fonts" perchè ne avrete un guadagno in chiarezza dei fonts su Windows.

Impostazioni Visual Studio 2017

Visual Studio funziona bene anche con le impostazioni di default che vi trovate dopo l'installazione, ma con alcuni accorgimenti vedrete dei netti miglioramenti.
Queste impostazioni comunque le tengo anche sulla mia macchina con solo Windows (che adesso non ho più).

  • Da Options -> Environment -> General ho disabilitato i tre checkbox per il rendering grafico (Automatically adjust visual experience based on client performance)
  • Da Options -> Debugging -> General ho disabilitato alcune opzioni di debug che non utilizzo 
  • Ho disabilitato la Navigation Bar, tanto ho visto che utilizzavo pochissimo per non dire mai: Options -> Text Editors -> All Languages
  • Scatenando sicuramente l'ira di qualcuno ho disabilitato CodeLens: Options -> Text Editor -> All Languages -> CodeLens
  • Inoltre da Options -> Text Editor -> General ho disabilitato Track Changes
    E' quella opzione che ti fa vedere i punti del file che avete modificato da quando lo avete salvato l'ultima volta
  • Ultima cosa ho tolto la selezione dell'elemento attualmente aperto in Solution Explorer: Options -> Projects and Solutions -> General -> Track active item in Solution Explorer

Queste erano tutte cose che comunque non usavo nemmeno sulla macchina Windows.

Se invece avete la possibilità di lavorare con ASP.NET Core 2.0 o comunque sia con progetti .NET potete sempre fare a meno di utilizzare una macchina virtuale e utilizzare Visual Studio For Mac e Visual Studio Code.

Add comment

Loading