Perché tanti sviluppatori preferiscono un Mac?

Sempre più spesso (nonostante le ultime vendite non siano andate come previsto), ci sono tanti sviluppatori che utilizzano un Mac invece di un PC con Windows.
Io stesso, anni fa ormai, ho fatto questa scelta.
Al di là dell'aspetto puramente estetico, ci sono secondo me, alcuni aspetti che per ora non mi faranno tornare indietro e così anche altre persone con cui ho parlato riguardo a questo argomento.
Ho provato a raccogliere qua alcuni delle risposte che ci siamo dati e che spesso do quando mi viene chiesto il motivo per cui l'ho fatto.

Qualità dell'hardware

Indiscutibilmente a livello qualitativo l'hardware del Mac è superiore a qualsiasi altro laptop della stessa fascia di prezzo.
E quando si parla di prezzo, sappiamo tutti che Apple non li vende proprio a sconto i propri MBP.
Il trackpad non è nemmeno paragonabile a quello di un PC e ogni volta che ho provato a usarne un altro, ne ho sentito la mancanza.
Per questo motivo tante persone (me compreso) ha smesso di usare il mouse.
Per la qualità dello schermo vale lo stesso discorso. Proprio in questo periodo ho avuto per lavoro un pc con schermo 4k e la qualità non era paragonabile rispetto a quello dello mio MAC.
Altro punto di forza è lo chassis in alluminio. Oltre a dare solidità dà anche efficienza nel raffreddamento.

Durata della batteria

Credo si tratti solo di un discorso di efficienza del sistema operativo. OSx è molto più attento alla risorse utilizzate e di conseguenza la batteria dura molto più a lungo.
Ovviamente dipende dalle attività svolte durante il giorno, ma sviluppando con Visual Studio Code e Safari a volte ci ho tirato una giornata intera di sviluppo.
Basta pensare che utilizzando la macchina virtuale con Parallels in cui ho Windows 10, la batteria riesce a durarmi anche 3-4 ore, quindi come un portatile normale con Windows.

Supporto per le versione più vecchie

Un altro elemento di forza sicuramente da valutare è il supporto che fornisce Apple a hardware anche più vecchi.
Ad esempio io ho un MBP del 2014 e in questi anni ho sempre aggiornato il sistema operativo all'ultima versione disponibile e tutto è sempre filato liscio.
Oltre a questo non ho mai avuto problemi di driver nè durante gli aggiornamenti principali nè durante gli aggiornamenti minori.
Non mi sono mai dovuto preoccupare di driver di terze parti o cose del genere.
Questo per me è molto importante perchè permette di concentrarsi solo sull'uso quotidiano del proprio computer, senza dover perdere tempo con problemi relativi ad agenti che c'entrano poco con il proprio lavoro.
Oltre a tutto questo, nonostante i 3 anni di vita abbondanti, la macchina risulta ancora performante e oserei dire che ad ogni aggiornamento la reattività delle applicazioni è migliorata.

Usato garantito

In caso vogliate cambiare un Mac dpo qualche anno di utilizzo, la cosa di cui potete stare certi, è che il suo prezzo scende, ma non si svaluta mai quanto un pc normale.
Per farvi un esempio il mio MBP del 2014 lo posso rivendere tranquillamente a quasi il 60% del prezzo rispetto al prezzo di acquisto di tre anni fa.
Direi che non è per niente male, visti i prezzi di quelli nuovi. :)

E Windows?

Nonostante Visual Studio Code, Visual Studio for Mac e tanti altri strumenti disponibili sia per Windows che per OSx ho bisogno spesso di lavorare su Windows.
Questo non è un grosso problema perchè anche in questo caso ci sono diverse alternative.
La prima è quella di usare Parallels e l'altra è quella di fare una partizione su Mac con Bootcamp.
Io fra le due preferisco la macchina virtuale, per diversi motivi.
Primo fra tutti è che essendo una macchina virtuale, posso clonarla, salvare lo stato, rifarla da zero, ogni volta che voglio.
La seconda è che comunque Parallels è molto più ottimizzato rispetto a Bootcamp perchè usa hardware virtualizzato ad hoc.
Il Mac invece non ha hardware disegnato per Windows, anche se Windows 10 ci gira molto bene.
Oltre a questo sulla macchina virtuale comunque tengo solo l'ambiente di sviluppo installato e tutto il resto lo tengo su OSx.
In questo modo ho un netto risparmio di risorse quando non mi serve Windows e quindi tutto si ricollega ai punti precedenti di risparmio di batteria e guadagno di produttività con desktop virtuali e tutto il resto.
Parlerò della configurazione ottimale di Parallels per sviluppare nel prossimo post.

That's all folks.

p.s. ah... dimenticavo il motivo principale... il mac con gli adesivi attaccati fa molto figo, hipster e nerd!

Add comment

Loading